Revisione del tunnel privato 2018

Private Tunnel VPN è gestito dal team di OpenVPN Technologies Inc. Molti di voi probabilmente sanno che questa è la società dietro il protocollo VPN standard di fatto, OpenVPN. Di conseguenza, hanno una reputazione come una delle aziende più affidabili nel settore della privacy su Internet. L’infrastruttura VPN del tunnel privato è costruita utilizzando la funzionalità OpenVPN di prossima generazione. Pertanto, la connessione tramite uno dei loro server VPN garantisce che il tuo traffico Internet sia crittografato in modo sicuro negli aeroporti, negli hotel, nella tua caffetteria o caffetteria preferita o in altri punti Wi-Fi pubblici. Può anche aiutare a proteggere la tua privacy online mentre navighi sul Web da qualsiasi luogo.


Revisione VPN del tunnel privato

Piani di tunnel privati & Prezzi

Private Tunnel VPN ha una struttura di marketing leggermente diversa rispetto alla maggior parte degli altri servizi di privacy su Internet. Offrono due tipi di piani tariffari: fissi e flessibili. Questi piani differiscono solo per il numero di dispositivi autorizzati a connettersi contemporaneamente alla propria rete VPN.

Il piano fisso del tunnel privato consente al massimo tre dispositivi simultanei per abbonamento. È commercializzato utilizzando due diversi pacchetti di termini: mensile e annuale. Il loro pacchetto mensile è di $ 6 al mese. Come molti altri fornitori, offrono sconti sui loro pacchetti annuali. Di conseguenza, è possibile ottenere un anno del servizio di tunnel privato per $ 35. Questo è un risparmio del 50% sul prezzo mensile.

Prezzi del tunnel privato

Come abbiamo detto in precedenza, il piano flessibile consente più di tre connessioni simultanee su un singolo account. Tuttavia, ogni dispositivo aggiuntivo sopra i tre ti costerà $ 6 al mese o $ 35 all’anno a seconda del pacchetto scelto. Molti provider ora offrono fino a cinque connessioni simultanee per account.

Pertanto, riteniamo che il prezzo flessibile del piano sia più orientato verso le piccole imprese a seconda delle esigenze individuali della VPN. Gli account del tunnel privato consentono di aggiungere utilizzi al proprio account e account flessibili possono quindi aggiungere utenti fino a 100. Tale account consentirebbe a un massimo di 100 utenti di utilizzarlo contemporaneamente. Questo lo rende una buona scelta per molte piccole imprese.

Opzioni di pagamento

Il tunnel privato ha una varietà di metodi di pagamento per il suo servizio VPN. Questi includono tutte le principali carte di credito e debito. Se ti piace gestire i tuoi acquisti online da una posizione centrale, accettano acquisti tramite PayPal. Puoi anche utilizzare il tuo conto bancario per pagare. Infine, gli utenti iOS possono utilizzare le carte regalo Apple. Bitcoin e altre criptovalute anonime al momento non sono accettate.

Prova VPN gratuita di 7 giorni

A differenza di molti provider oggi, Private Tunnel offre a tutti i nuovi utenti una prova gratuita di 7 giorni del loro servizio VPN. Ciò dovrebbe permetterti un sacco di tempo per testare la loro rete VPN e vedere se soddisfa le tue esigenze. Assicurati di testarlo con tutti i dispositivi con cui intendi utilizzarlo. Inoltre, assicurati di essere soddisfatto delle sue prestazioni su tutti i siti Web a cui intendi accedere.

Se desideri provare il servizio VPN del tunnel privato, tutto ciò che è necessario per sfruttare questa offerta è un indirizzo e-mail e una password. Puoi creare un account sul loro sito web. Dopo aver creato il tuo account, attivalo facendo clic sul link di attivazione nell’email di benvenuto. Questo è illustrato nella parte pratica della nostra recensione VPN del tunnel privato.

Rete VPN & Posizioni del server

La rete VPN del tunnel privato è composta da oltre 50 server in 23 regioni. Questi sono distribuiti in 12 paesi in tre diversi continenti. Sebbene la loro rete sia relativamente piccola, hanno posizionato i server per massimizzare la copertura e le prestazioni complessive.

Rete di tunnel privata

La rete VPN ha più sedi negli Stati Uniti e in Europa occidentale. Ha anche server in Canada e in Asia. Ciò consente a Private Tunnel di fornire più destinazioni VPN virtuali a posizioni popolari per i propri abbonati. Le loro reti attuali sono le seguenti:

  • Asia
    • Hong Kong, Hong Kong; Tokyo, Giappone
  • Europa
    • Amsterdam, Olanda; Francoforte, Germania; Londra, Regno Unito; Madrid, Spagna; Milano, Italia; Parigi, Francia; Stoccolma, Svezia; Zurigo, Svizzera
  • Nord America
    • Montreal, Canada
    • Stati Uniti: Ashburn, VA; Atlanta, GA; Chicago, IL; Denver, CO; Los Angeles, CA; Miami, FL; Phoenix, AZ; Salt Lake City, UT; San Jose, California; Seattle, WA; New York, NY

Sebbene il Private Tunnel VPN non proibisca il traffico P2P sulla propria rete, rispettano e applicano il Digital Millennium Copyright Act (DMCA). Sospenderanno gli account che violano le sue linee guida. Inoltre, registrano alcune informazioni del registro di connessione per scopi di manutenzione della rete. Pertanto, potrebbero non essere la soluzione ideale per gli utenti torrent.

Visita il tunnel privato

Protezione della privacy e dell’anonimato con VPN tunnel privato

Private Tunnel e la sua società madre, OpenVPN Technologies Inc., si trovano entrambi negli Stati Uniti. In particolare, si trovano a Pleasanton, in California, e sono soggetti alle leggi giurisdizionali ivi. Contrariamente a quanto molti credono. gli Stati Uniti attualmente non hanno leggi sulla conservazione dei dati. Tuttavia, sono membri fondatori della rete di paesi di condivisione dell’intelligence “a cinque occhi”. Le informazioni personali che Private Tunnel raccoglie su di te vengono conservate internamente e non condivise con terzi nella maggior parte dei casi. L’eccezione è dichiarata nel loro TOS come segue:

Le informazioni fornite al momento dell’acquisto, della connessione e dell’uso del servizio sono accessibili solo dalla Società. Le tue informazioni possono essere utilizzate solo da noi per fornirti i nostri servizi. Rispettiamo la tua privacy e non la divulgheremo a terzi, tranne nelle seguenti situazioni:

Su richiesta delle forze dell’ordine in conformità con tutte le procedure stabilite dalla legge.
L’utente ha violato le regole per l’utilizzo del servizio.

Sebbene Private Tunnel VPN non registri alcuna delle attività degli utenti durante l’utilizzo del servizio, registra alcuni dati di connessione per monitorare le frodi, condurre la manutenzione della rete e contribuire a migliorare le prestazioni della rete. Ecco un breve estratto dai loro Termini di servizio (TOS) che spiega questo con parole proprie:

I file di registro memorizzati sui nostri server vengono utilizzati solo per monitorare le prestazioni del server, identificare i bug del software, identificare eventuali violazioni della sicurezza e allo scopo di identificare utenti offensivi. I file di registro non vengono utilizzati per monitorare o censurare le attività su Internet. Rispettiamo la tua privacy. Non siamo interessati a ciò che fai su Internet.

Questi registri includono solo il tempo connesso e la larghezza di banda totale utilizzata. Non memorizzano nulla sulla tua cronologia di Internet o qualsiasi attività online. Private Tunnel VPN mantiene questi registri per due settimane e quindi li cancella dal loro sistema. Preferiremmo che non registrassero nulla ma apprezzassero la loro onestà.

Il tunnel privato al momento non supporta Bitcoin o altri metodi di pagamento anonimi. Inoltre, accetti la verifica dell’identità. Nelle loro stesse parole dal TOS:

Accetti che possiamo verificare la tua identità e possibilmente il tuo numero di cellulare tramite la verifica via SMS.

Personalmente non ci piace dare il nostro numero di cellulare per la verifica via SMS. Il tunnel privato verificherà la tua identità a fini di prevenzione delle frodi. Questo è l’opposto dell’iscrizione anonima e potrebbe essere un fattore decisivo per alcuni lettori.

Infine, per quanto riguarda la tua privacy online, non sono state rilevate perdite durante l’utilizzo del servizio di tunnel privato. Protegge inoltre dagli attacchi denial of service (DDoS) distribuiti e dagli inserimenti di malware. Il servizio utilizza OpenDNS per proteggere e proteggere le tue query di ricerca da terze parti

In sintesi, la privacy e l’anonimato durante l’utilizzo del servizio VPN Private Tunnel è un miscuglio. Si trovano in California e quindi soggetti alle sue leggi giurisdizionali, nonché a quelle degli Stati Uniti. Conservano alcuni registri delle connessioni e non esiste un modo anonimo per acquistare il loro servizio.

Come abbiamo notato, non sono state rilevate perdite di Internet durante l’utilizzo della loro rete VPN, pertanto la tua privacy online è protetta. L’uso dei server VPN del tunnel privato per connettersi al Web ti proteggerà da terze parti dannose o da curiosi curiosi. Di conseguenza, ti consigliamo di esaminare ciò di cui hai bisogno di una VPN e di esaminare a fondo i loro TOS e la politica sulla privacy per verificare che tali esigenze siano soddisfatte.

Protezione del traffico online con VPN tunnel privato

Protocollo predefinito OpenVPN

Il tunnel privato utilizza OpenVPN come unico protocollo per la propria rete VPN. Non consentono l’utilizzo di altri protocolli per effettuare connessioni di rete. Pertanto, se si tenta di connettersi utilizzando uno dei protocolli incorporati comuni: IKEv2, SSTP, L2TP o PPTP, la connessione semplicemente fallirà. Questo significa che non sarai in grado di usare il loro servizio VPN se non riesci a connetterti usando OpenVPN. Hanno software personalizzato per la maggior parte delle principali piattaforme tra cui dispositivi Windows, Mac OS X, iOS, Amazon e Android. Inoltre, il loro servizio può essere configurato manualmente per qualsiasi piattaforma che supporti il ​​protocollo OpenVPN.

Stretta di mano RSA- 2048

Il tunnel privato utilizza TLS per l’autenticazione e il controllo del server per stabilire il tunnel di crittografia iniziale. Utilizza i certificati RSA-2048 bit per la verifica di tutte le chiavi negoziate. I certificati vengono verificati utilizzando SHA256 e le chiavi Ephemeral Diffie-Hellman (DHE) vengono utilizzate per stabilire la segretezza diretta. Una volta negoziate, queste chiavi vengono trasferite attraverso il tunnel sicuro tra il server VPN e i dispositivi client. C’è un breve lasso di tempo in cui entrambe le chiavi sono valide per facilitare il processo di trasferimento. La segretezza diretta assicura che solo una piccola finestra del traffico Internet possa mai essere compromessa.

Crittografia dei dati

Il tunnel privato utilizza Advanced Encryption Standard (AES) con lunghezza della chiave a 128 bit in modalità Galois / Counter (GCM) per crittografare il traffico Internet. Hanno scelto questo standard di crittografia poiché è relativamente veloce, ma fornisce una forte sicurezza per i dati con cui è crittografato. Questo di solito è scritto come AES-128-GCM e ritengono che sia generalmente considerato sicuro e veloce per qualsiasi applicazione. Ciò garantisce che la tua connessione VPN sia veloce e sicura da attacchi dannosi su Internet.

Sebbene alcuni provider stiano reclamizzando un “maggior numero di bit”, Private Tunnel ritiene che questa sia solo una cortina fumogena per tentare di convincere i potenziali utenti che la loro VPN è più sicura. Tuttavia, poiché oggi la maggior parte della crittografia viene spesso interrotta trovando punti deboli nel modo in cui i dati crittografati vengono elaborati e non attaccando lo stesso algoritmo di crittografia, ritengono che questo sia un falso senso di sicurezza. Inoltre, il maggior numero di bit si traduce in una maggiore potenza di elaborazione per la crittografia / decrittografia dei dati. Ciò provoca ritardi che possono rallentare la connessione VPN.

Autenticazione dei dati

L’autenticazione dei dati viene gestita utilizzando un algoritmo HMAC SHA256. Ciò protegge il traffico dagli attacchi Man in the Middle (MitM) e lo protegge da manomissioni esterne

In sintesi, il protocollo OpenVPN e gli algoritmi implementati dalla rete VPN del tunnel privato garantiscono che tutto il tuo traffico Internet sia crittografato in modo sicuro. Questo ti darà la massima tranquillità durante lo streaming di contenuti o l’accesso ai tuoi servizi finanziari online dal tuo bar preferito.

Cliente & Supporto tecnico

La prima linea di supporto di Private Tunnel è il loro servizio di chat online che nella nostra esperienza è stato molto reattivo. Uno specialista del supporto è apparso quasi immediatamente per rispondere alle nostre domande. Erano abili nel risolvere alcuni problemi di connessione e fornire risposte a domande generali sul loro servizio.

Per domande più tecniche è stato richiesto il supporto via e-mail che, a loro avviso, potrebbe richiedere tra le 12-24 ore per una risposta. Abbiamo inviato tre domande tecniche. Siamo rimasti piacevolmente sorpresi nel vedere che a due è stata data risposta in circa un’ora e l’altra ha impiegato circa tre.

Il tunnel privato ha anche una piccola pagina di supporto sul loro sito web. Questa pagina è divisa in quattro sezioni: account, fatturazione, connessione e FAQ. Questo rende più facile vedere se hanno la risposta alla tua domanda o se devi creare un ticket. Hanno anche una presenza sui social media su Facebook, Twitter, Instagram e altri. Infine, mantengono anche una pagina di notizie aggiornata in cui discutono soluzioni per problemi di sicurezza comuni affrontati oggi dalle persone.

Test pratici sul tunnel privato VPN

Private Tunnel VPN ha sviluppato software personalizzato per dispositivi Windows, MacOS X, iOS e Android. Tutti questi si connettono usando il protocollo OpenVPN. Questo è l’unico protocollo VPN supportato dalla loro rete sebbene il loro software Windows supporti varie connessioni proxy, se necessario. Le rispettive versioni del sistema operativo necessarie per eseguire questi client e app sono le seguenti:

  • finestre – Windows 7 e versioni successive.
  • Mac– OS X 10.xe versioni successive.
  • iOS – iOS 6.0 o successivo.
  • androide – Android 4.1 e versioni successive.

È necessario creare un account prima di poter connettersi alla rete di tunnel privati ​​dei server VPN.

Registrazione per un account tunnel privato

Quando fai clic per iscriverti al servizio di tunnel privato, ti verrà presentata una pagina per creare un account. Tutto ciò che è necessario per questo account è un indirizzo e-mail e una password.

Crea un account tunnel privato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e scegli una password e inseriscila nuovamente per la verifica. Seleziona la casella “Non sono un robot” e fai clic sul pulsante “Crea account”. Una volta creato il tuo account, attivalo facendo clic sul link nella tua e-mail di benvenuto. Ciò aprirà una pagina del sito Web del tunnel privato con il seguente messaggio.

Attivazione account tunnel privato

Dopo aver fatto clic su questo link “Attiva”, ti verrà presentata una pagina per selezionare il piano VPN desiderato.

Scegli un piano di tunnel privato

Seleziona il tuo piano facendo clic su “Mensile” o “Annuale”, quindi fai clic sul pulsante “Avvia prova gratuita” sotto di esso. Questo aprirà la pagina del portale del tuo account con le informazioni di abbonamento visualizzate.

Informazioni sull'iscrizione al portale dell'account del tunnel privato

Ora che hai registrato un account VPN del tunnel privato, puoi scaricare e installare il software appropriato sul tuo dispositivo.

Facendo clic sull’icona dell’elenco (tre linee orizzontali) sarà possibile selezionare l’icona del menu in alto a destra nella pagina del portale. Scegli “Download” dal menu risultante. Seleziona l’icona appropriata e il pulsante “Scarica per …” per iniziare il processo di installazione per il tuo sistema operativo.

Scarica il software del tunnel privato

La selezione delle icone di Windows o Mac ti consentirà di scaricare il file di installazione sul tuo computer, laptop o tablet. Scegliendo Android, Amazon o iOS si aprirà l’app store appropriato. Una volta lì, puoi avviare l’installazione dell’app Private Tunnel sul tuo dispositivo mobile.

Client VPN tunnel privato per Windows

Installazione di Private Tunnel per Windows

Dopo aver scaricato il file di installazione per Windows sul PC, eseguirlo come amministratore. Ciò avvierà il processo di installazione sul desktop. Scegli la cartella in cui vuoi archiviare il software e quindi seleziona “Installa”.

Installazione del tunnel privato

Dopo un breve periodo, verrà visualizzata la schermata di completamento della configurazione. Seleziona la casella “Avvia tunnel privato ora” e fai clic sul pulsante “Fine” per completare l’installazione e aprire il client Windows per la prima volta.

Accesso al client Windows

Quando il client si apre per la prima volta, è necessario verificare di disporre di un account valido prima di poter accedere al servizio Tunnel privato. Immettere l’indirizzo e-mail e la password utilizzati per creare il proprio account, quindi fare clic su “Accedi”. Se non hai ancora un account, fai clic sul pulsante “Registrati” per crearne uno.

Accesso al tunnel privato

La tua prima connessione alla rete VPN

Dopo aver verificato le credenziali di autorizzazione, il client aprirà la schermata di selezione del server. Fai clic su una città per avviare la prima connessione alla rete VPN del tunnel privato. Si noti che l’ultima connessione viene visualizzata nella parte superiore dell’elenco. Scorri verso il basso e scegli New York, NY per iniziare.

Il software del tunnel privato ti chiederà di completare la connessione al tuo nuovo server e quindi ti chiederà di consentirgli di stabilire una connessione di rete VPN dal tuo computer. Quando si fa clic su “OK”, completerà la connessione a un server a New York, NY.

La tua prima connessione al tunnel privato

La schermata del pannello mostrerà l’utente corrente, la posizione virtuale e l’indirizzo IP assegnati dal server VPN. Puoi anche aprire la pagina del portale del tuo account ed esaminare le informazioni sull’abbonamento corrente da qui.

Prima di esaminare il client Windows in ulteriori azioni, diamo un’occhiata alle impostazioni di connessione. È possibile accedervi facendo clic sull’icona a forma di ingranaggio in alto a destra nella dashboard.

Tunnel privato per le impostazioni client di Windows

Il menu client ha tre voci: Informazioni, Impostazioni e Disconnetti. Informazioni su visualizza una schermata che mostra la versione corrente del software e altre informazioni. Selezionando il logout ti verrà chiesto di disconnetterti. Tenere presente che se si seleziona Sì, sarà necessario immettere nuovamente le credenziali al successivo avvio del client.

L’ultimo elemento, Impostazioni ha tre parametri che puoi impostare manualmente:

  • Avvio automatico – avvierà automaticamente il client all’apertura di Windows se impostato su Sì.
  • protocolli – ti permetterà di scegliere come applicare OpenVPN alle tue connessioni di rete.
    • adattabile – è il protocollo predefinito. Tenta innanzitutto di connettersi utilizzando OpenVPN UDP. In caso contrario, tenta quindi di connettersi con OpenVPN TCP in varie forme.
    • UDP – è il protocollo OpenVPN più veloce perché non controlla i pacchetti persi o non ordinati. Li trasporta appena arrivano.
    • TCP – è il protocollo OpenVPN più affidabile perché verifica la presenza di errori del pacchetto di dati e li corregge. Ciò lo rende migliore per i segnali di rete a lunga distanza o deboli, ma è più lento di UDP.
    • Proxy HTTP – utilizza una connessione TCP nascosta sulla normale porta Internet 80 per fornire maggiore privacy
    • obfs e Proxy ibridi OBFS– sono connessioni TCP che sono offuscate (rimescolate) su una porta scelta dal software Private Tunnel. Ciò fornisce una privacy ancora maggiore contro l’ispezione approfondita dei pacchetti.

Tunnel privato Impostazioni client Windows

  • Timeout della connessione – controlla il tempo che intercorre prima che una connessione venga considerata un errore e venga ritentata. Può assumere i seguenti valori: adattivo, 6 secondi, 20 secondi, 30 secondi, 1 minuto, 1 minuto 30 secondi e due minuti. Adaptive è l’impostazione predefinita che consente al software di decidere utilizzando alcuni parametri di connessione interni.

Client VPN Windows in azione

Ora che abbiamo esaminato le impostazioni di connessione per il client Windows, diamo un’occhiata in azione. Cambiare posizioni virtuali è facile. Fare clic sul pulsante “Disconnetti” e quindi selezionare “Sì” quando richiesto. Fai clic sull’ultima posizione a cui ti sei collegato correttamente. Si noti che questa posizione è ora in cima all’elenco delle regioni. Ora scegli un’altra posizione come Montreal, QC in Canada per completare la modifica regionale.

Disconnessione e scelta di una nuova posizione virtuale

Ora connettiamoci alla rete VPN del tunnel privato e cambiamo le aree virtuali senza prima disconnetterci. Innanzitutto, fai clic su “Connetti”. Si noti che la posizione di Montreal è ora in cima all’elenco. Scorri verso il basso e seleziona la posizione di Regno Unito, Londra. Viene visualizzato un messaggio che richiede se si desidera passare dai server Montreal a Londra. Facendo clic su “Sì” si completa la modifica alla regione virtuale di Londra.

Modifica delle regioni virtuali mediante il servizio tunnel privato

Come puoi vedere, installare e utilizzare il client del tunnel privato per Windows è facile. Esistono alcune impostazioni di connessione di base per il client, ma la maggior parte degli utenti può semplicemente accettare le impostazioni predefinite. La connessione a un server sulla rete VPN del tunnel privato richiede solo un clic o due. Se si desidera connettersi o disconnettersi a un server nella regione corrente, selezionare il pulsante corrispondente. Per cambiare posizioni virtuali è sufficiente scegliere una nuova regione e quindi dire “Sì” al prompt risultante.

Visita il tunnel privato

App Android VPN tunnel privato

Installazione dell’app Android

Visita il sito Web VPN del tunnel privato, scorri verso il basso fino all’area di download sul tuo dispositivo mobile e tocca l’icona Android. Questo apre la pagina di installazione della VPN del tunnel privato sul Google Play Store. Tocca il pulsante “Installa” per iniziare il download sul tuo telefono Android. Al termine dell’installazione, toccare “Apri” per usarlo.

Installazione app Android Tunnel privato

Accesso all’app Android

Prima di poter utilizzare il servizio VPN del tunnel privato sul tuo telefono o tablet, devi autenticare il tuo account. Inserisci semplicemente l’indirizzo e-mail e la password che hai utilizzato per creare il tuo account per verificare l’abbonamento. Tocca il pulsante “Accedi” per iniziare a utilizzare l’app per la prima volta.

Accesso all'app Tunnel privato Andriod

Effettuare la prima connessione all’app per Android

Si aprirà la schermata del gateway VPN per l’app. Effettuare la prima connessione alla rete del tunnel privato da qui è facile. Basta toccare la regione di Ashburn, Virginia, negli Stati Uniti. Si noti che è selezionato per indicare che è la regione virtuale corrente. Questo ti chiederà di consentire a Private Tunnel di creare la connessione alla rete VPN. Tocca “OK” per accettarlo e l’installazione per la tua posizione virtuale in Virginia sarà completata.

La tua prima connessione VPN con tunnel privato

La schermata dell’app dashboard connessa visualizza una mappa con un indicatore di posizione, l’attuale gateway VPN, l’indirizzo IP assegnato dal server e il protocollo / la porta utilizzati. Scorrendo verso destra si apre una schermata in cui viene visualizzata la larghezza di banda di upload e download nel tempo. Questo viene visualizzato sia numericamente che graficamente.

Prima di dare un’occhiata più approfondita all’app in azione, esaminiamo il menu dell’app.

Tunnel privato per menu app Android

È possibile accedervi toccando la sua icona (tre linee orizzontali) nell’angolo in alto a sinistra della schermata del dashboard. Le voci di menu sono le seguenti:

  • Aiuto – apre la pagina di supporto sul sito Web del tunnel privato.
  • impostazioni – consente di modificare il protocollo di connessione e il timeout. Esamineremo questi tra un minuto.
  • notifiche – visualizza le ultime notifiche delle app.
  • File di registro – visualizza il registro delle connessioni e consente di condividerlo con il supporto del tunnel privato in caso di problemi.
  • La mia iscrizione – apre la pagina delle informazioni sull’abbonamento al portale.
  • Disconnettersi – ti chiede di chiudere la connessione corrente e ti disconnette dall’app.

Menu app Android Tunnel privato

Tunnel privato per le impostazioni delle app Android

Le impostazioni di connessione dell’app Android che è possibile modificare sono le seguenti:

  • Protocolli VPN – sono tutti basati su OpenVPN.
    • adattabile – è il protocollo predefinito. Prova a utilizzare UDP per connettersi e passa al TCP se ciò non riesce.
    • UDP – è il protocollo OpenVPN più veloce poiché non esegue alcun controllo degli errori.
    • TCP – È più lento di UDP perché corregge gli errori del pacchetto di dati.
    • Proxy HTTP – un protocollo TCP passato attraverso la porta 80.
    • Proxy OBSF – un protocollo TCP passato attraverso una porta scelta dal software.

Protocolli dell'app per Android VPN tunnel privati ​​in azione

  • Connesione finita – è il periodo di tempo atteso prima di iniziare il tentativo di connessione. È possibile impostarlo per 10 secondi, 30 secondi, 1 minuto, 2 minuti o riprovare continuamente.

App VPN Android in azione

Disconnettersi da un server VPN del tunnel privato e passare a uno in un’altra regione è facile. Innanzitutto, toccare l’interruttore di connessione per disconnettersi dal server corrente. Quindi, tocca il nome della posizione. Questo apre l’elenco dei gateway con la nostra regione corrente in alto. Scorri verso il basso e seleziona la regione di Montreal, in California, che completa la connessione al nuovo server.

Disconnessione e modifica dei server tunnel privati

Per modificare le aree virtuali senza disconnettersi da quella corrente, toccare la connessione corrente per aprire l’elenco gateway VPN. Quindi seleziona la tua nuova posizione come Londra, Regno Unito. Toccare “OK” quando viene richiesto di modificare la connessione per completare il processo.

Cambiare le regioni con l'app Android del tunnel privato

L’app Android Private Tunnel VPN è facile da installare sul tuo telefono o tablet. Una volta installato puoi usarlo per connetterti al loro servizio con un semplice tocco o due. Gli scambi di server in nuove aree possono essere effettuati senza disconnettersi. Ciò semplifica la modifica delle aree virtuali per accedere alla banca locale o ai contenuti di streaming preferiti.

Test di velocità VPN tunnel privato

Le prestazioni complessive della rete del tunnel privato sono state buone. Il test di velocità mostra che la loro rete ha funzionato in modo soddisfacente. Come con la maggior parte dei provider, si è verificata una perdita nella velocità di Internet durante la connessione al servizio di tunnel privato. La perdita è dovuta principalmente al costo computazionale associato alla crittografia di tutto il traffico Internet.

Test di velocità del tunnel privato

Come puoi vedere dalle immagini sopra, la connessione crittografata del tunnel privato ha ridotto la velocità di download dell’ISP di base da 28,30 Mb / sa 23,72 Mb / s. Si tratta di un calo di circa il 16% su un server a Chicago che è un calo moderato ma comunque accettabile. Questa perdita di prestazioni è compensata dalla sicurezza aggiuntiva fornita dalla loro crittografia. La tranquillità mentre navighi nel tuo bar preferito o guardi il tuo spettacolo preferito mentre aspetti il ​​tuo prossimo volo vale la perdita di velocità di download.

Conclusione

Private Tunnel è nel settore della privacy su Internet dal 2004. La loro rete è gestita da OpenVPN Technologies Inc., lo sviluppatore del protocollo OpenVPN open source utilizzato da molti provider VPN. Ciò ha dato loro un bel po ‘di credibilità nel settore.

La loro rete è relativamente piccola ma copre le regioni online più popolari. Ha server in Nord America, Europa e Asia. Private Tunnel VPN ha oltre 50 server in 12 paesi diversi con più sedi negli Stati Uniti. La rete non ha restrizioni sul traffico P2P ma poiché registra alcuni dati di connessione, potrebbe non essere la scelta migliore per gli utenti torrent. Solo i dispositivi che supportano OpenVPN possono connettersi alla propria rete, tutti gli altri protocolli falliranno la connessione.

Il tunnel privato ha un software personalizzato per utenti Windows, Mac OS X, iOS, Amazon e Android. Le loro app sono facili da installare. Sono anche semplici da usare in quanto hanno solo alcune impostazioni da personalizzare. Il loro software supporta solo il protocollo OpenVPN. Tutte le opzioni di protocollo che forniscono utilizzano la crittografia AES a 128 bit. Il software include protezione contro le perdite di Internet e le query DNS.

Private Tunnel ha un agente di chat dal vivo sul loro sito web. Sulla base della nostra esperienza è 24/7/365. I loro agenti di chat sono informati sull’uso generale della VPN, sulle domande di fatturazione e sulle domande tecniche di basso livello. I problemi tecnici più coinvolti sono gestiti da personale tecnico senior tramite e-mail e biglietti online. Dei tre biglietti che abbiamo pubblicato, tutti hanno ricevuto risposta entro poche ore. Hanno anche una piccola FAQ di supporto e una presenza aggiornata sui social media.

Cosa ci è piaciuto di più di Private Tunnel VPN:

  • Client personalizzati per Windows, Mac OS X.
  • App mobili per dispositivi iOS, Amazon e Android.
  • Perdita, query DNS e protezione da malware.
  • I nuovi utenti ottengono un account di prova gratuito di 7 giorni.
  • Prezzo equo per il loro servizio.
  • Piano flessibile per le piccole imprese.

Idee per migliorare il servizio:

  • Espandi la rete con più località (Europa orientale, Oceania e Sud America).
  • Aggiungi un kill switch al loro software.
  • Aumentare le connessioni simultanee per il piano fisso.

La rete VPN del tunnel privato ha server in tre continenti. La loro rete ha server in Africa, Asia, Europa, Nord America e Sud America. Forniscono una prova gratuita di 7 giorni per i nuovi account .. Ciò ti permetterà di testare il loro servizio e supporto. Se soddisfa tutte le tue esigenze online, puoi iscriverti da soli $ 35 all’anno.

Visita il tunnel privato

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map